Istituto Comprensivo Riva 1 > News > XVII Giornata dell’Accoglienza per la Pace
Ultima modifica: 13 giugno 2018

XVII Giornata dell’Accoglienza per la Pace

Nella palestra “Amistadi Cianci“ della scuola Primaria Nino Pernici il 17 maggio 2018 gli alunni delle classi quinte delle Pernici e della quinta B di Nago hanno condiviso il loro percorso di educazione alla Solidarietà e alla Pace con i loro familiari, i loro docenti, alcuni ospiti, volontari e operatori dell’A.P.S.P. città di Riva, alcuni utenti del laboratorio sociale di Arco, le suore indiane, alcuni ballerini dell’associazione albanese Rinia, Mamadou, rifugiato del Mali. E’ stata una festa di colori, di musica, di danze, di canzoni dove ognuno è stato coinvolto.
Il lancio del colorato paracadute ha segnato l’inizio della festa e le note della chitarra di papà Antonello hanno accompagnato le voci dei presenti nel  ritornello “I care “ dedicato a don Milani, nella canzone “Semina la Pace“ che ricorda il nostro impegno e nella canzone ”Il cielo è sempre più blu” con frasi rielaborate dai ragazzi per condividere uno sguardo di speranza. La maestra Carla ci ha guidato a danzare tutti insieme “On ecrit sur les murs” immaginando che ciascuno con la sua vita, le sue azioni e le sue parole può “scrivere” la Pace. Le suore indiane hanno donato la loro dolce e affettuosa preghiera. I ballerini albanesi ci hanno coinvolto in una danza tradizionale presentandosi con i loro bellissimi costumi. Le semplici, ma autentiche parole di Mamadou hanno toccato i nostri cuori con la sua voglia di esserci. Tutti abbiamo vissuto la coreografia “Pace, pace mille patate“ ricordando le difficoltà delle guerre nel mondo, la gioia della fine della seconda guerra mondiale e il valore del diritto alla libertà per tutti i continenti. Commoventi i pensieri di Pace donati dagli ospiti dell’A.P.S.P. città di Riva per ogni classe e per ciascun invitato e i messaggi di Pace proclamati dai ragazzi del laboratorio sociale di Arco. Le parole della prof. Daniela Turato sono state piccoli ponti per collegarci con le medie. Con le note di “Volare” suonate dalla fisarmonica di nonno Mario ci siamo salutati con il desiderio di voler continuare a camminare insieme sulle strade del mondo per vivere l’accoglienza l’uno dell’altro e con l’augurio che ci sia Pace in ogni cuore con lo sguardo verso il cielo.

Massimiliana Covati




generika cialis billig kaufen viagra erfahrung cialis rezeptfrei bei dm viagra bestellen