Istituto Comprensivo Riva 1 > News > Progetto “Territorio-Comune” – classe 3B Nago-Torbole
Ultima modifica: 11 Giugno 2019

Progetto “Territorio-Comune” – classe 3B Nago-Torbole

I bambini di oggi hanno spesso poca possibilità di esplorazione autonoma del territorio dove vivono quotidianamente e sono anche spesso poco attenti al paesaggio che hanno sotto gli occhi. Il percorso, che si è effettuato nel tempo facoltativo, da febbraio a  giugno 2019 con la maestra Claudia,  è stato pensato per far vivere, percorrere e rappresentare ai bambini il loro territorio, in modo tale che, re-interpretandolo attraverso i vissuti personali e di gruppo,  lo facessero maggiormente proprio.

Gli obiettivi generali :

  • Esplorare il territorio circostante attraverso l’approccio senso-percettivo e l’osservazione diretta,  cogliendo elementi fisici e antropici che lo caratterizzano.
  • Acquisire un primo livello di consapevolezza riguardo al fatto che ci si muove e orienta nello spazio grazie alle proprie carte mentali, che si strutturano e si ampliano man mano che si esplora lo spazio circostante.
  • Comprendere l’importanza della denominazione come controllo cognitivo e simbolico della realtà attraversol’analisi dei  diversi contenuti informativi racchiusi in alcuni di nomi di luogo.
  • Scoprire come la storia ci tocchi da vicino e continui a persistere nell’oggi, cogliendo alcuni cambiamenti avvenuti nel tempo e valorizzando i beni culturali locali per rendere significativo il legame tra il presente e il passato.
  • Realizzare rappresentazioni visive del territorio circostante secondo diversi parametri, utilizzando diverse tecniche e strumenti.

La metodologia utilizzata ha consentito agli alunni un ancoraggio ai propri vissuti e alle proprie preconoscenze. Si è trattato di un approccio di tipo esperienziale, attivo e partecipativo, basato sulla scoperta, volto a a coniugare vari linguaggi e ad integrare i contributi di diversi esperti e associazioni presenti sul territorio.

Presso la scuola è stata inaugurata in data 30 maggio una mostra di fotografie e disegni dei bambini, con la partecipazione degli alunni, delle famiglie, di alcuni esperti e dell’assessore Luisa Rigatti, che siamo stati felici di invitare, la quale ha lodato i bambini per il loro lavoro, sottolineando l’importanza di conoscere, preservare e valorizzare il proprio territorio. In esposizione, fino al termine delle lezioni,  una sezione di fotografia intitolata “Scatti gemelli: Nago com’era, Nago com’è”,  in cui le inquadrature di vecchie fotografie sono state riproposte con fotografie fatte dai bambini  con l’aiuto di Sonia Calzà e dei suoi collaboratori,  e una sezione di disegni intitolata  “Sguardi su Nago”. I disegni sono stati realizzati  dal vero, en plein air, con la consulenza della pittrice Arianna Lotti:  il punto di osservazione è per tutti i bambini lo stesso, ma ciascuno ha colto e  rappresentato il paesaggio che aveva sotto gli occhi secondo la propria  sensibilità lo ha  colorato scegliendo la tecnica a lui più congeniale.

Si ringraziano per la collaborazione il gruppo culturale “Il fotogramma”,   la pittrice Arianna Lotti,   gli esperti Maria Luisa Crosina, Tullio Rigotti e Aldo Miorelli per la parte storica e la toponomastica,  il gruppo alpini con Giuliano Rosà, la Polizia Locale, i genitori rappresentanti di classe e  tutte le colleghe che hanno portato un loro contributo

Claudia Galeani